martedì 16 agosto 2011

riassumendo

Agosto è l'ottavo mese dell'anno, il che significa che siamo arrivati esattamente ai 2/3 del 2011.
Duemilaundici... probabilmente non dimenticherò con troppa facilità questo anno, per diversi motivi, alcuni brutti altri pessimi; non so come mai, ma per me è più facile ricordare gli avvenimenti spiacevoli piuttosto che quelli felici, perché alcune buone cose in questi due terzi di anno ci sono state, per fortuna, altrimenti era da suicidio in diretta TV al Festival di Sanremo, che oltretutto istigava al suicidio di suo.

Ma non pensiamo a cose tristi come Sanremo e torniamo alle scoperte sconvolgenti che ho fatto in questi ultimi giorni partendo dal 14.

Ignoro i motivi di questa cosa, anzi, forse qualcuno ce l'ho presente, ma sta di fatto che quest'anno il 14 di agosto mi ha fatto un brutto effetto. La giornata era iniziata con un senso di stanchezza immotivata e nervosismo diffuso che mi hanno tallonato da vicino per tutto il giorno; non avevo voglia di combinare niente, e questo non ha migliorato la situazione, anzi... il fatto è che se non fai niente ti metti a pensare e se inizi a pensare nel giorno sbagliato il rischio di perdersi in ragionamenti autodistruttivi e inconcludenti è alto, anzi altissimo. Mentre ragionavo sul nulla cercando di deprimermi ancora di più di quanto non lo fossi (possibile?), non ricordo come, dove o perché, ma ho visto/ascoltato/letto (non so quale delle tre) di qualcuno che studiava non so cosa, ma che lo studiava con lo scopo di diventare il migliore nel suo campo, concentrandosi su ogni minimo particolare, come se lo scopo della vita del tizio sconosciuto fosse diventare "qualcuno" nel suo campo... all'improvviso ho intuito una cosa: non sono affatto così.

Me ne sono reso conto il 14 agosto 2011, e lo scrivo qui, per fissare il concetto una volta per tutte.
Se fino a poco tempo fa non disprezzavo il sogno di poter diventare un nome, adesso ne farei sinceramente a meno, non è mica un cambiamento da poco!

Il 15 è passato, non ho pensato a niente e non ho fatto niente, ma mi sentivo sulla via della ripresa, e con una velocità sorprendentemente maggiore del solito; forse il merito è stato della giornata in famiglia e del mare, o magari della partita a burraco (ma quanto fa vecchio come cosa?) e dell'elevata glicemia postprandiale; non so, ma di certo qualche elemento velocizzante c'è stato.

E arriviamo al 16 agosto, una data fatidica, perché oggi ho deciso che da domani ricomincio a studiare e, forse, per la prima volta da tempo, potrei anche rischiare trovare la materia interessante (probabilmente è solo una mia speranza, ma non distruggetela, per favore). Ah, ho anche sentito un sacco di gente che avrei dovuto chiamare da un po' e ho fatto il primo passo nella direzione di quello che, alla fine, diventerà il mio prossimo abbonamento telefonico (adesso ne mancano non so quanti, ma sono fiducioso, sarò rapido!).

Lo so, lo so, qualcuno potrebbe dire:
"E chi se ne frega?"
cioè, io al posto vostro l'avrei detto, sì, so anche che non sarebbe stato carino, ma dopotutto di solito non sono carino, al massimo posso trattenermi dall'essere pessimo, e non è detto che ci riesca sempre.
Insomma, visto che probabilmente io mi sarei annoiato a leggere una cosa del genere, faccio un breve riassunto per chi non vuole leggere tutto, ma poi si pente perché pensa che potrebbe essersi perso qualcosa e, alla fine, dopo aver letto tutto, inizia a maledirmi perché in realtà scrivo cose noiose e non sono nemmeno tanto bravo da renderle almeno stilisticamente attraenti o interessanti (effettivamente è già tanto che io riesca a scrivere frasi comprensibili... almeno ogni tanto).

RIASSUNTO DEL RIASSUNTO per evitare maledizioni
Il 14 mi sono svegliato e ho capito che sono un fancazzista.
Il 15 mi sono svegliato.
Il 16 mi sono svegliato e ho capito che forse sarebbe stato il momento adatto per riprendere a studiare.

Che post penoso...

3 commenti:

  1. no, no, no.. non affatto penoso questo post, anzi..
    ha del logico a guardarlo bene anzi...
    e comunque la cosa importante è quello che hai deciso oggi.
    bravo Bert!
    e.

    ps:io adorro il burraco.. dici che fa vecchio??! ;-)

    RispondiElimina
  2. Invece è un bel post...hai fatto una cosa importante, ti sei guardato dentro...a questo punto buono studio!

    RispondiElimina
  3. @emanuelas: addirittura del logico? Ecco, adesso mi spavento.
    PS: secondo me un po' sì, ma chi se ne frega!

    @sulsecondobinario: la giornata di oggi è andata meglio di come mi aspettavo, pensavo sarebbe stata totalmente inconcludente, invece lo è stata solo in parte, quindi sono partito con il piede giustamente sbagliato (o erroneamente giusto), e chi parte giustamente male è a un certo punto dell'opera.

    RispondiElimina

Ogni commento è ben accetto, soprattutto il tuo!